[TOP 10] Le mie serie tv preferite

serie1Oggi vorrei proporvi una mia personalissima top 10 dei telefilm (già conclusi o ancora in corso) che mi piacciono di più in assoluto.
E’ ovvio che una classifica del genere lascia un po’ il tempo che trova, dato che molte delle serie proposte appartengono a generi nettamente diversi tra di loro e che pertanto non possono essere messe a confronto. Probabilmente se la stessa classifica la stilassi fra due o tre giorni molte posizioni risulterebbero diverse. Nonostante ciò, comunque, questa top dovrebbe darvi un quadro generale e abbastanza preciso di quelli che sono i miei gusti in fatto di serie televisive.
Partiamo!

10. American Horror Story

american-horror-story-asylum-poster1Dovete sapere che io sono un grandissimo appassionato di film horror e quando ho scoperto l’esistenza di una serie tv che ne riprendeva le tematiche e le atmosfere tipiche sono stato praticamente obbligato a recuperarla. E non me ne sono affatto pentito perchè mi ha conquistato fin dalle prime puntate. La trovo una serie estremamente ben fatta, in grado di appassionare e tenere col fiato sospeso lo spettatore per tutta la sua durata e con un cast di attori davvero bravissimi. C’è da dire poi che, se la prima stagione è pregevole, la seconda (sottotitolata Asylum) raggiunge livelli di rara bellezza.

9. Chuck

la-locandina-di-chuck-47979Chuck è una serie a metà tra la spy story e la commedia. Le vicende si rifanno ai temi tipici delle storie di spionaggio, con i nostri eroi impegnati di volta in volta a salvare il mondo dal cattivone di turno, ma il tutto è condito da una leggerezza e un’ironia  davvero accattivanti. Il fatto poi che ogni episodio sia pieno di citazioni e riferimenti a tutta la sottocultura nerd (dai film, ai fumetti, ai videogiochi…) è sicuramente un altro punto a suo favore. Nonostante l’evidente calo qualitativo che ha subito a partire da metà della quarta stagione, ritengo comunque che Chuck sia un piccolo gioiellino.

8. Castle

castleVeniamo ora a quello che, a mio parere, è uno dei migliori esponenti del genere crime attualmente in circolazione. Le storie dei singoli episodi sono sempre di altissimo livello. Anche ora che siamo arrivati ormai alla quinta stagione la qualità generale della serie non accenna minimamente a diminuire e personalmente rimango estasiato da ogni nuova puntata che viene rilasciata. Tra i meriti di Castle c’è sicuramente il ritmo serrato con cui vengono narrate le vicende e i dialoghi sempre veloci, mai banali e ricchi di battute pungenti. Consigliatissimo!

7. Lost

600full-lost-posterA questo punto sono sicuro che molti direbbero: “Ma come? Lost solamente in settima posizione? ERESIA!!!”. Bè, devo dire che, a differenza di coloro che idolatrano incondizionatamente Lost e lo innalzano a capolavoro del secolo senza “se” e senza “ma”, io ho nei suoi confronti un atteggiamento un tantino più critico. Secondo me, infatti, le prime due stagioni sono semplicemente stupefacenti e si meritano appieno tutti gli elogi che vengono comunemente rivolti alla serie. La terza e la quarta le ho trovate molto belle, seppur decisamente non ai livelli delle precedenti. La quinta onestamente mi ha abbastanza deluso e da qui, a mio parere, la serie aveva già iniziato a degenerare. Infine, la sesta la ritengo una delle cose più brutte che siano mai state concepite dalla mente umana. E’ dunque soprattutto a causa della delusione derivante dalle ultime due stagioni che Lost è scivolato solo in settima posizione.

6. Firefly

Firefly-PosterE veniamo finalmente al capolavoro di Joss Whedon, noto ai più per aver creato Buffy l’Ammazzavampiri e per aver diretto The Avengers. Questa serie è semplicemente strepitosa. Whedon ci regala un prodotto che mescola egregiamente tematiche fantascientifiche con ambientazioni e dinamiche in puro stile western, risultando in un curioso e riuscitissimo mix. I personaggi inoltre sono tutti dotati di un carisma unico che spinge lo spettatore a innamorarsene fin dal primo momento. Purtroppo Firefly non riscosse molto successo appena uscì e questo portò all’inesorabile cancellazione della serie dopo soli quattordici episodi. Per fortuna, però, a Joss Whwdon fu concesso di realizzare un film (intitolato Serenity), anch’esso di ottima fattura, che desse una degna conclusione alla storia.

5. Dexter (stagioni 1 e 2)

dexterFacciamo finta solo per um momento che al tale incaricato di scrivere la sceneggiatura di Dexter fosse venuta una tromboembolia subito dopo la fine della seconda stagione e pertanto non avesse potuto scriverne altre. In questo caso ci troveremmo di fronte a uno dei telefilm più belli di tutti i tempi. Purtroppo però il tizio in questione non si è beccato nemmeno un raffreddore e di conseguenza la sua mente ha potuto partorire altre cinque stagioni (più un’altra in cantiere) dal livello qualitativo che definire scarso è un gentile eufemismo. A onor del vero, devo precisare che la quarta stagione è l’unica, tra queste, che si salva ma comunque non raggiunge le vette di eccellenza delle prime due. Se con Dexter avessi usato lo stesso ragionamento che ho adottato con Lost, ossia fargli perdere posizioni in base alle stagioni che non ho apprezzato, sarebbe servita una TOP 50 per riuscire a inserirlo in classifica. Per questo motivo ho deciso di prendere in considerazione soltanto le prime due stagioni (che, bisogna ammetterlo, sono un vero e proprio capolavoro), cancellando dalla mia mente tutto ciò che ne è seguito.

4. Game of Thrones (Il Trono di Spade)

game-of-thrones-posterPremetto di non aver letto la serie di libri di George Martin da cui è tratto, quindi non mi è possibile fare un confronto e valutare la serie in relazione ad essi. Comunque, preso come telefilm a se stante, Game of Thrones mi è piaciuto veramente, ma VERAMENTE, tantissimo! Ho guardato le due stagioni uscite finora quasi tutto d’un fiato e ogni episodio mi ha fatto godere a dei livelli che solo le lasagne della nonna riescono a eguagliare. La caratterizzazione dei personaggi è talmente ben fatta che lo spettatore finisce immediatamente per amarne alla follia taluni e a odiarne visceralmente altri. Raramente mi è capitato di provare un tale grado di empatia per i personaggi di una serie televisiva. Il ritmo della storia, poi, è scandito alla perfezione e le vicende riescono a raggiungere vette di epicità incredibili.

3. Doctor Who

doctor_who_poster11Parlando di Doctor Who, mi riferisco solamente alla nuova serie iniziata nel 2005, dato che della serie classica ho potuto vedere ben poco. Come suppongo saprà la maggior parte di voi, si tratta di una serie britannica di fantascienza, che vede il protagonista, il Dottore, viaggiare nel tempo e nello spazio a bordo del TARDIS, un’astronave a forma di cabina telefonica, per risolvere di volta in volta le più disparate crisi che minacciano l’universo o il tessuto stesso dello spazio-tempo. Personalmente lo adoro alla follia e ritengo che sia uno dei telefilm più geniali mai fatti. Tuttavia devo riconoscere che è una serie molto particolare che potrebbe non incontrare i gusti di tutti. Infatti chiama in causa un tipo di fantascienza parecchio sopra le rghe, che non si prende troppo sul serio e che fa del no-sense uno dei suoi punti cardine. Senza dubbio deve piacere il genere ma per chi lo apprezza Doctor Who è una visione assolutamente imprescindibile.

2. Sherlock

111944-sherlock-sherlock-posterNell’articolo in cui ho parlato di Dead Set ho affermato che, a mio parere, nessuno è capace di realizzare serie televisive di qualità quanto gli inglesi. La seconda e la terza posizione di questa classifica ne sono la chiara dimostrazione. In particolare, credo che Sherlock rappresenti il punto più alto finora raggiunto nelle produzioni britanniche per il piccolo schermo. L’idea alla base è semplice ma geniale: l’autore della serie, Steven Moffat, ha preso il personaggio di Sherlock Holmes, insieme a tutto l’immaginario che lo circonda, e lo ha calato in un contesto moderno. Potremmo definirlo una sorta di “what if…?”, cosa succederebbe se il grande detective fosse vissuto ai giorni nostri, anzichè nel XIX secolo.  I casi che il nostro investigatore si trova ad affrontare in ogni episodio sono incredibilmente appassionanti e riescono a tenere incollati allo schermo fino alla fine. Il protagonista è una figura estremamente affascinante, grazie al suo essere cinico, scostante e quasi del tutto alienato dal mondo. Inoltre, le fenomenali capacità deduttive di cui è dotato riescono ogni volta ad ammaliare e strabiliare lo spettatore, lasciandolo a bocca aperta. Almeno, per me è stato così…

1. Alias

555210-alias_poster_05Riguardo ad Alias c’è da dire che conta molto il fattore sentimentale. Infatti questo è stato il primo telefilm a cui io mi sia davvero appassionato e che ha fatto nascere in me la passione per questa nobile arte. A parte questo, comunque, oggettivamente ritengo che sia una serie veramente stupenda. A comcepirla è stato il tanto blasonato J.J. Abrams, che generalmente io trovo un pochino sopravvalutato come autore, ma che in questo caso ha svolto un lavoro davvero superbo. Le avventure dell’agente segreto Sydney Bristow sono incredebilmente coinvolgenti ed emozionanti. Le scene d’azione adrenaliniche e registicamente impeccabili. Nell’arco di cinque stagioni non c’è stata una sola puntata che non mi sia piaciuta o che non mi abbia soddisfatto. Al contesto da spy story, inoltre, gli autori hanno aggiunto alcuni elementi mistico- fantascientifici, che fanno da collante alle vicende e che risultano parecchio intriganti e stimolano la curiosità dello spettatore. Altro punto decisamente a favore è da attribuire al cast di attori che, oltre alla bravissima Jennifer Garner nel ruolo della protagonista, vanta tutta una serie di favolosi caratteristi  Se proprio devo muovere delle critiche a questa strepitosa serie, queste riguarderebbero solamente la quinta stagione che, pur rimanendo su ottimi livelli qualitativi, è afflitta da qualche sporadico plot hole e da alcune scelte narrative un po’ forzate. Insomma, se non avete mai visto Alias PENTITEVI e correte immediatamente a recuperarlo Vi garantisco che ne vale davvero la pena.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TOP 10. Contrassegna il permalink.

13 risposte a [TOP 10] Le mie serie tv preferite

  1. lapinsu ha detto:

    Le ho viste quasi tutte e non posso che plaudire le tue scelte.
    Tuttavia – perchè c’è sempre un tuttavia – una “top serie tv” senza I Soprano o Breaking Bad non si può vedere 😀

    Mi piace

    • Marco ha detto:

      Grazie mille del commento!
      Dunque, I Soprano purtroppo non l’ho ancora visto. Lo so, è una grave mancanza ma vedrò di rimediare.
      Breaking Bad invece l’ho visto ma solo DOPO aver scritto questo articolo, altrimenti lo avrei inserito di sicuro.
      In effetti da quando l’ho scritto ho avuto modo di vedere svariate altre serie molto meritevoli che ora come ora entrerebbero sicuramente nella top 10, per esempio Battlestar Galactica o Boardwalk Empire.
      Magari uno di questi giorni scriverò una classifica aggiornata, perchè no…

      Mi piace

  2. Pigi ha detto:

    Appena hai tempo e voglia prova a guardarti TWIN PEAKS! sono curioso di vedere se entrerà in classifica! Povera Laura Palmer….. 😉
    il tuo ex compagno di scuola e di corso Pigi 🙂

    Mi piace

  3. alessio ha detto:

    non capisci un cazzo! la seconda stagione di dexter è la + brutta e la terza dove rita muore è quella che è stata apprezzata maggiormente da tutti i critici americani! per non parlare di lost dove la sesta stagione sopratutto il finale è semplicemente un capolavoro! dopo commenti del genere su dexter e su lost mi aspettavo che mettessi come primo in classifica grace anatomy o sex and the city -.-

    Mi piace

    • Marco ha detto:

      Questione di gusti. Come ho detto all’inizio dell’articolo questi sono i MIEI telefilm preferiti, in base ai MIEI gusti. Sei liberissimo di non condividerli ma ti pregherei altresì di rispettare la mia opinione senza elargire insulti del tutto gratuiti.
      Grazie.

      PS: Rita muore nella quarta stagione, non nella terza

      Mi piace

      • Anonimo ha detto:

        Bravo Marco, ottima risposta.
        Ognuno è libero di esprimere il proprio parere, anche estetico, senza remore.
        Le gratuite manifestazioni di inciviltà verbale non possono essere parte di un dialogo…mai!
        Io avrei messo al primo posto Sherlock Holmes, ma ciò non inficia minimamente la tua disamina, veramente attenta e fatta con passione.
        Alfredo

        Mi piace

  4. rosarita88 ha detto:

    Sto per iniziare Game of thrones, ne ho letto sempre ottime recensioni:) speriamo come dici che ne valga la pena!

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    Disamina molto precisa e corretta, anche se traspare l’affetto per alcune serie che inquina l’obiettività’ critica. Continua. Alfredo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...