[FUMETTI] Mass Effect Homeworlds

mass_effect_homeworlds_tpbIl 2007 è stato un anno che oserei definire sacro per tutti gli appassionati di fantascienza e di videogiochi, perchè è stato l’anno in cui Bioware ha regalato al mondo il primo capitolo di quella serie/capolavoro-della-Madonna che è Mass Effect.

Personalmente provo per Mass Effect un amore viscerale. La considero non solo la miglior serie videoludica di questa generazione ma anche la più bella saga fantascientifica che sia mai stata concepita dacchè esiste il genere umano. Dicendo questo non mi riferisco solo all’ambito videoludico ma prendo in considerazione tutti i mezzi di intrattenimento esistenti (cinema, letteratura…). Si, ritengo che Mass Effect sia superiore anche a veri e propri cult come Star Wars o Star Trek.

Come avrete intuito dal titolo dell’articolo, però, oggi non voglio soffermarmi a parlare dei videogiochi, bensì di Mass Effect Homeworlds, miniserie a fumetti in quattro numeri, scritta dagli stessi sutori della Bioware, pubblicata in Italia dalla Panini in un volume unico al prezzo di 12€. Per la precisione si tratta del quarto volume a fumetti ispirato a questo brand uscito fino ad ora. Ognuna delle quattro storie proposte in Homeworlds ci offre una vicenda autoconclusiva incentrata su un differente personaggio dell’universo di Mass Effect.

La prima storia ci mostra uno stralcio della vita di James Vega prima di arruolarsi nella Marina dell’Alleanxza. A essere sincero questa storia non mi ha convinto granchè. La trama mi è sembrata abbastanza raffazzonata e totalmente priva di mordente, senza contare alcune ingenuità a livello grafico. Per esempio in una tavola dovrebbe teoricamente iniziare un flashback ma il passaggio dal presente al passato non viene fatto capire in alcun modo e il lettore si ritrova un repentino cambio di scena senza capire che cavolo sia successo. Senza dubbio questa è la peggiore delle storie proposte.

mass_effect_homeworlds_1___page01_by_edufrancisco-d4ub5plCR-MEhome3mehw1p5

La seconda avventura ha invece come protagonista Tali Zorah. E’ ambientata immediatamente prima di Mass Effect 1 e vengono narrati gli eventi che hanno condotto la quarian sulla Cittadella, dove ha incontrato il comandante Shepard. Qui la situazione migliora decisamente. Infatti, pur non avendo grosse pretese, trovo che la storia sia tutto sommato godibile, riuscendo anche a emozionare nel finale, anche grazie ai vari riferaimenti al videogioco che non mancheranno di stuzzicare la mente dei fan. C’è da dire poi che il personaggio di Tali ha sempre un fascino e un carisma unici.

MASS EFFECT HOMEWORLDS #2_3masseffect24mehw2p5

Veniamo ora a quella che con buone probabilità è la migliore delle storie presenti nel volume. Nella prima parte ci vengono mostrati alcuni episodi della vita di Garrus prima che si unisse all’equipaggio della Normandy, da quando era solo un ragazzo che non riusciva nemmeno a centrare una bottiglia con un fucile da cecchino al suo lavoro come membro dell’SSC. Successivamente viene raccontato il suo arrivo su Omega e gli inizi della sua carriera come vigilante nei panni di Archangel. Le vicende sono a mio parere ben narrate e abbastanza coinvolgenti. E’ interessante scoprire alcune informazioni sul passato del turian, sul rapporto conflittuale con il padre e i retroscena della sua lotta alla criminalità di Omega. L’unica pecca è l ritmo un po’ troppo veloce con cui vengono narrate le vicende, ma d’altra parte penso sia normale, dovendo condensare un tale numero di avvenimenti in sole 22 pagine.

mehw3p1mehw3p3mehw3p6

L’ultima storia invece, collocata cronologicamente tra il secondo e il terzo capitolo di Mass Effect, ruota attorno al personaggio di Liara T’Soni. Sfruttando le vaste risorse garantitele dalla sua posizione come nuova Ombra, la bella asari è alla disperata ricerca di un modo per contrastare l’imminente arrivo dei Razziatori. Nel corso delle ricerche, però, dovrà confrontarsi con le truppe di Cerberus e con l’Uomo Misterioso in persona, anch’egli interessato a mettere le mani su qualunque cosa possa garantirgli un vantaggio sulle Antiche Macchine. In realtà non c’è molto da dire su questa storia. Non brilla certo per originalità o inventiva, però diciamo che si lascia leggere tranquillamente e le peripezie della nostra archeologa preferita risultano comunque abbastanza piacevoli.

mehw4p5mehw4p6tumblr_m9lmt3uoqB1r4c2rvo1_500

In definitiva, Mass Effect Homeworlds non è sicuramente un’opera imprescindibile. Se avete giocato a tutti e tre i capitoli della serie, la lettura di questo volume non aggiungerà praticamente nulla alle conoscenze già in vostro possesso, nè le arricchirà con informazioni di cruciale importanza. Pertanto mi sento di consigliarlo solamente agli appassionati più accaniti.

mass_effect_homeworlds_1_to_4_by_misterhardtimes-d4yiks4

Annunci

2 Replies to “[FUMETTI] Mass Effect Homeworlds”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...