[FILM] Wolverine L’Immortale

the-wolverine-posterBentrovati ragazzuoli.
Quest’oggi è uscito al cinema The Wolverine (uso il titolo originale perchè quello italiano non si può sentire) e io, da grande appassionato di comics e cinecomics quale sono, non potevo che correre a vederlo.
A essere onesti, tra tutti i film Marvel in uscita questo era quello che mi ispirava di meno e dopo averlo visto mi duole ammettere che i miei dubbi riguardo a questa nuova incarnazione cinematografica dell’Artigliato Canadese si sono rivelati fondati.

Il film si pone come sequel diretto di X-Men Conflitto Finale. Dopo la morte di Jean Grey per mano dello stesso Logan, il nostro eroe decide di abbandonare la sua precedente vita come Wolverine e di ritirarsi a vita privata lontano da tutto e da tutti. Un giorno viene però avvicinato da Yukio, una ragazza giapponese che gli dice di essere stata mandata dal suo capo, il signor Yashida, a cui in passato Logan aveva salvato la vita, il quale vorrebbe che lo raggiungesse a Tokyo per ringraziarlo e sdebitarsi. Dopo un’iniziale titubanza, Logan accetta di seguire la donna in Giappone ma, neanche a farlo apposta, ben presto la situazione degenera ed egli si troverà invischiato in una faida tra Yakuza, ninja assassini e chi più ne ha più ne metta.

Ed ecco il primo difetto della pellicola: la sceneggiatura. La storia di per sè l’ho trovata di una banalità sconcertante e anche piuttosto prevedibile. Inoltre il film risulta estremamente lento, se non addirittura noioso in alcuni punti (specialmente nel primo tempo).
Le scene d’azione che dovrebbero spezzare la monotonia mi sono sembrate molto sottotono come messa in scena e nel complesso poco esaltanti e inoltre mi hanno dato l’idea di essere state buttate lì un po’ a caso tanto per. Ciò anche a causa degli effetti speciali. O, per meglio dire, dell’assenza degli effetti speciali. Infatti ho avuto l’impressione che con questo film siano andati un po’ “al risparmio” da questo punto di vista. Le cose migliorano leggermente nel secondo tempo per quanto riguarda scene d’azione, combattimenti ed effetti speciali, risultando quindi un po’ più godibile, ma permangono comunque le carenze di sceneggiatura già evidenziate.

The-Wolverine-hugh-jackman-34116805-600-400the-wolverine-movie-wallpaper-11

Un’altra cosa che non mi è piaciuta è come sono stati gestiti i personaggi. A parte che molti di essi hanno la caratterizzazione di una ciabatta, ma poi sono stati sfruttati proprio male. L’esempio che mi pare più lampante è il personaggio di Viper. Lei mi è piaciuta per come è stata caratterizzata (forse è l’unico personaggio convincente a parte Wolverine). Il problema è che compare poco nel corso del film e il suo vero potenziale (quello poi che mi ha spinto ad apprezzarla) emerge solamente nel finale, per non più di dieci minuti.

Come ho già detto, questo The Wolverine vuole essere un vero e proprio seguito della saga cinematografica degli X-Men e in tal senso è apprezzabile il tentativo di dare coesione a tutti i film precedenti, attraverso vari rimandi agli stessi. Anzi, ho avuto proprio l’impressione che la 20th Century Fox stia cercando di creare una sorta di “universo cinematografico mutante” coeso e coerente, in modo più o meno analogo a quanto i Marvel Studios stanno facendo con i Vendicatori. Inutile dire che ciò stuzzica assai il mio lato nerd e sono molto curioso di vedere come si evolverà in futuro la faccenda. Ma torniamo a noi.

Parlando di rimandi ai film precedenti il più palese è senza dubbio il personaggio di Jean, che continua ad apparire in sogno a Logan. Devo dire che mi ha fatto piacere rivedere il bel visino di Famke Janssen nel ruolo della telepate dai capelli rossi dopo così tanto tempo. Certo, forse questi suoi cameo sono un pelo troppo frequenti ma suvvia, non lamentiamoci di tutto.

the-wolverine-svetlana-khodchenkova-hugh-jackmanthe-wolverine-first-full-trailer-arrives-at-last

Per il resto direi che questo film è abbastanza anonimo, sia registicamente che per quanto riguarda le performance degli attori. Non c’è molto da dire, in effetti. Su entrambi i fronti fa il suo lavoro ma nulla più. Nulla di particolarmente memorabile.

C’è però una cosa per la quale vale la pena andare a vedere Wolverine L’Immortale. Probabilmente la cosa migliore del film. Sto parlando della scena dopo i titoli di coda. A parer mio, mai come questa volta vale la pena restare seduti e aspettare. Ovviamente non ve la spoilero ma vi basti sapere che dopo averla vista io ero veramente gasatissimo. Si ricollega a quanto dicevo prima sull’universo coeso e pone le basi per futuri sviluppi potenzialmente MOLTO interessanti.

In definitiva The Wolverine (o Wolverine L’Immortale, se preferite) non mi ha convinto più di tanto. Trovo che sia un film piatto. Non lo definirei brutto, semplicemente… piatto. Scialbo. Privo di mordente e che non ti lascia nulla dopo la visione. Per questi motivi sarei propenso a sconsigliarvi di andarlo a vedere al cinema.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...