[FILM] Fantastic 4 – I Fantastici Quattro

illustrationIo sono ottimista. Si, mi ritengo una persona ottimista, perlomeno quando si tratta di film. Se una pellicola ha subito uno sviluppo talmente travagliato da far dubitare i più in merito alla buona riuscita del progetto, io continuo ad avere fiducia che il regista e la produzione riusciranno comunque a regalarci qualcosa di bello. Se una pellicola ha ricevuto una sbadilata di recensioni negative, io continuo comunque a covare la sincera speranza che riuscirà a soddisfarmi. Alcune volte questa mia predisposizione di spirito viene ripagata, altre, con mio sommo disappunto, no.
Fantastic 4, film diretto da Josh Trank uscito oggi nelle sale, è proprio uno di questi casi sciagurati.

Iniziamo col dire che guardando il film si capisce al volo quali fossero le intenzioni della Fox. Volevano rilanciare il franchise proponendo qualcosa di diverso dal solito, che si discostasse dai canoni del cinefumetto supereroistico a cui siamo ormai abituati da anni. Peccato però che il risultato finale sia, a voler essere diplomatici, parecchio deludente.

Il difetto più palese è sicuramente una gestione dei tempi davvero pessima.
Infatti tutta la prima metà è di una noia mortale. Il regista si è bruciato 50 minuti tondi tondi solamente per l’introduzione. C’è tutta la storia di Reed e Ben da bambini, che diventano amici, che vanno alle fiere scientifiche, che vengono notati dal padre di Sue, che vanno a lavorare per lui, che conoscono tutti quanti, che scoprono la dimensione alternativa, che ci vanno e che tornano coi superpoteri. Tutta roba che poteva tranquillamente essere raccontata in 20 minuti al massimo e che viene invece spalmata su quasi un’ora di film in cui si susseguono scene eccessivamente prolisse e tediose.

A questo punto qualcuno potrebbe dire “Bè, almeno il regista ha avuto tutto il tempo di sviluppare a dovere i personaggi”. Si, il tempo lo aveva. Peccato però che i personaggi di Fantastic 4 abbiano tutti il carisma di una cassapanca e la profondità dei miei calzini. Che cavolo, i due film diretti da Tim Story non erano dei capolavori ma perfino lui era riuscito a dare una caratterizzazione più convincente ai vari membri del Quartetto.

FantasticFourScreenshot1Fantastic Four 2015 Movie Teaser Trailer Still 01

Comunque la diretta conseguenza di una prima metà tanto soporifera è che la seconda, in cui si entra nel vivo dell’azione e che dovrebbe raccontare il vero fulcro delle vicende, subisce il trattamento diametralmente opposto. Da questo momento in poi gli eventi si susseguono con una velocità inumana.
Evidentemente Trank si era reso improvvisamente conto che il tempo a disposizione stava per finire e ha stipato tutte le scene rimanenti, d’azione e non, negli ultimi cinquanta minuti, per riuscire a rispettare la tabella di marcia.
Tra l’altro è in questo momento che entra in scena il cattivo: Victor Von Doom, il Dottor Destino. Ok, avete presente quando, poche righe sopra, mi lamentavo dello scarso spessore dei personaggi principali? Ecco, a confronto loro sembrano usciti da un romanzo di Dickens. Il villain di Fantastic 4 è talmente piatto, talmente anonimo, talmente clichè… che non trovo altre parole per descriverlo. Bè, se non altro abbiamo trovato un punto in cui questo film riesce a rivaleggiare con le produzioni dei Marvel Studios.

D’accordo, ammetto che in questa seconda parte qualcosina di interessante c’è. Personalmente mi è piaciuto come sono stati gestiti i quattro protagonisti subito dopo che ottengono i superpoteri. Mi è piaciuto il fatto che la storia si estenda su un periodo di tempo piuttosto lungo. Le (poche) scene d’azione sono carine. Ma a parte questo… c’è ben poco.

fantastic-four-doom-132282fantastic-four-2015-images-dimension

Quindi cosa possiamo dire in conclusione? Sicuramente che questo Fantastic 4 è un’occasione sprecata che non può che lasciare l’amaro in bocca a chi sperava in un lungometraggio in grado di rendere finalmente giustizia a Mr. Fantastic e compagni. Purtroppo sembra che questo brand, cinematograficamente parlando, sia condannato a un oblio di mediocrita da cui difficilmente riuscirà ad uscire. La Fox ha previsto un seguito per il 2017 ma a questo punto, con incassi imbarazzanti, recensioni avverse e addirittura regista e membri del cast che si dissociano lo vedo poco probabile. E probabilmente è meglio così.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...