[SERIE TV] The Strain – Stagione 2

The-Strain-Season-2-All-Episodes-Torrent-DownoadLo so. Lo so che arrivo un po’ in ritardo, dato che la seconda stagione di The Strain si è conclusa già da un po’, ma io ho avuto occasione di guardarla solo ultimamente, quindi pazienza.
Ma veniamo a noi. The Strain, per chi non lo sapesse, è una serie tv tratta da una trilogia di romanzi scritta da Guillermo Del Toro e Chuck Hogan, che ci propone un’interessante rivisitazione in chiave moderna e pseudo scientifica della figura del vampiro.

La prima stagione mi era piaciuta veramente molto perchè, oltre a rimanere in gran parte fedele al materiale d’origine, riusciva a creare delle atmosfere horror, cupe e opprimenti, davvero riuscitissime e a fornire una caratterizzazione davvero ottima a ciascuno dei personaggi.
La seconda stagione, ahimè, manda tutto all’aria.

La prima cosa da sapere è: dimenticatevi dei libri! E’ vero, la prima stagione della serie apportava qualche cambiamento rispetto alla controparte cartacea ma erano tutte cose di poco conto o comunque volte ad arricchire la storia.
Qui invece ci si discosta totalmente, salvo per alcuni sporadici sviluppi della trama.

7fdc1b3a17c5490fc9a339597c24627fThe-Strain-Season-2-Episode-2-1-bac6

La differenza più evidente è che mentre i libri (e anche la prima stagione, in effetti) adottavano uno stile di narrazione che si concentrava quasi esclusivamente e in modo quasi intimistico sui protagonisti, favorendone dunque l’approfondimento psicologico e caratteriale, qui la vicenda assume connotati molto più ampi. In pratica ci si concentra più sul mostrare come le istituzioni e le forze dell’ordine si stiano barcamenando per gestire l’epidemia di vampiri che sta attanagliando New York, che sulle peripezie dei singoli personaggi.
Per carità, di per sè sarebbe anche un punto di vista interessante da esplorare. Il problema è che questo approccio si porta dietro alcune criticità.

In primo luogo si ha un appiattimento generale di quasi tutti i personaggi. Vi faccio solo alcuni asempi, sennò ci facciamo notte.
Eph, il nostro protagonista, è diventato un apatico del tutto indifferente a ciò che lo circonda e che sfoggia due espressioni in croce dall’inizio alla fine.
Setrakian, il nonno che tutti vorremmo avere, l’arzillo cacciatore di vampiri dai riflessi acuti e dal piano sempre pronto, ora sembra che vaghi spaesato, completamente in balia degli eventi.
Eldritch Palmer, più solare che mai, vanta una presenza scenica inversamente proporzionale al suo stato di salute.
E poi c’è Zach. Mio dio, Zach! Dunque, a mio parere la prima stagione era riuscita a fare un piccolo miracolo, ossia inserire un bambino tra i personaggi principali, senza tuttavia farlo risultare irritante. Bene, adesso è un rompicoglioni che fa venir voglia di tirargli due schiaffi ogni volta che fa, dice o pensa qualcosa.

Inoltre bisogna dire che le atmosfere horror, che tanto avevo apprezzato in passato, sono andate perse quasi del tutto, in favore di un ritmo un po’ più serrato e di una maggiore propensione all’azione.

the-straineichhorst-fattens-dutch-up-the-strain-s2e11

In questa seconda stagione hanno poi inserito un altro elemento che va a pesare negativamente sulla credibilità dei personaggi. Una cosa che agli ammerigani piace tanto spiattellare ovunque, anche dove non serve. Mi riferisco ovviamente alle storie d’amore. E per la miseria stavolta hanno voluto proprio esagerare. Non solo le relazioni sentimentali sono, come prevedibile, squallide ma sono anche numericamente troppe.
Se da una parte quella tra Fet e Dutch, in cui poi si inserisce anche la coinquilina di quest’ultima, formando uno pseudo-triangolo/mezzo-lesbo/che-non-si-capisce-bene, oscilla costantemente tra il ridicolo e l’inutile, dall’altra parte la love story tra Palmer e la squinzia francese assume connotati semplicemente grotteschi.
La storia d’amore meno irritante, probabilmente, è quella tra Gus e la tipa indiana ma la sua utilità rimane comunque dubbia.

Ci sono però anche delle note positive nel cast. Tra le new entry ho apprezzato la consigliera Feraldo, politico risoluto e determinato che non si ferma davanti a niente, e l’ex wrestler e attore di b-movie Angel, a mio parere uno dei personaggi meglio caratterizzati.
Anche Quinlan, il vampiro mezzosangue che si oppone al Padrone, mi è piaciuto molto. Lo hanno reso in maniera molto figa e dotato di una backstory piuttosto interessante.
Si riconferma poi come uno dei miei personaggi preferiti Eichhorst, di cui tra l’altro vediamo un flashback che ci mostra la sua vita nella Germania nazista e come sia diventato un ufficiale delle SS (anche in questo caso -sorpresa sorpresa- ci becchiamo una storia d’amore). Ok, non se ne sentiva assolutamente il bisogno e nel complesso risulta anche abbastanza patetico, però tutto sommato mi è piaciuto vedere il buon Thomas sotto una luce completamente diversa.
Mi è abbastanza piaciuta anche Nora, l’unica dei nostri eroi che si siano sforzati di approfondire un pelino di più.

2015-08-26-16.49.49-600x338fghy

Il quadro che emerge da questa mia disamina della seconda stagione di The Strain non è dei migliori, come avete potuto leggere. A onor del vero però devo ammettere che qualche idea interessante c’è. La storia non brilla mai per originalità ma si lascia seguire in maniera tutto sommato piacevole e in particolare il finale di stagione riesce a regalare qualche bella emozione.
Nel complesso, comunque, non posso che ritenermi decisamente insoddisfatto per quella che era iniziata come una delle più promettenti serie horror degli ultimi anni e che si è invece trasformata nell’ennesima americanata tutto fumo e niente arrosto.

Ah, ma tra l’altro non ho capito perchè la nona puntata sia l’unica ad avere una sigla diversa. Peccato che non l’abbiano utilizzata più spesso, è parecchio figa. Ve la lascio qui sotto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Serie TV e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...