[FILM] Star Wars: Episodio VII – Il Risveglio della Forza

1445271700_STAR-WARS-IL-RISVEGLIO-DELLA-FORZA_POSTER-UFFICIALEQualche ora fa, in un cinema non molto lontano…

Ero lì, seduto sulla poltrona, in trepidante attesa. Finalmente le luci si sono spente e il logo Lucasfilm è apparso sullo schermo in tutto il suo scintillante splendore. Ed è stato in quel momento che ho avuto come un’epifania. Era fatta. Il momento tanto agognato era finalmente giunto. Niente più trailer, niente più foto dal set, niente più speculazioni. Adesso c’eravamo soltanto io e il film. Stavo per guardare il settimo capitolo di Star Wars!
Poi il tema principale di John Williams è esploso con tutta la possanza del Dolby 7.1, il logo Star Wars si è imposto all’attenzione di tutti i presenti in sala e gli ormai leggendari paragrafi di testo giallo hanno iniziato a scorrere nell’immensità dello spazio. E a quel punto sono stati solo brividi.

Una cosa importante prima di iniziare a parlare di Il Risveglio della Forza: farò SPOILER! Vi avverto chiaramente. Questo articolo conterrà abbondanti SPOILER. Per cui se non volete nessuno SPOILER vi sconsiglio di proseguire con la lettura di questo articolo, il quale conterrà SPOILER. Ok? Ho reso abbastanza chiaro che ci saranno un casino di SPOILER? Bene, da questo momento in poi esternerò le mie considerazioni dando per scontato che abbiate già visto il film. Poi non venite a dirmi che non vi avevo avvertito.

Dunque, già fin dai titoli di testa (se così si possono chiamare) si possono notare un paio di cose. Innanzi tutto hanno effettivamente utilizzato la dicitura “Episodio VII”. Forse qualcuno potrebbe dire che era scontato ma dal momento che il logo ufficiale del film presenta soltanto la dicitura “Star Wars: Il Risveglio della Forza” temevo che avrebbero omesso completamente il riferimento numerico, invece per fortuna così non è stato. Altra cosa chiara fin da subito è la decisione di mantenere tutti i nomi originali, abbandonando quindi definitivamente quelli della versione italiana dei precedenti film. Quindi Ian-Han, Leila-Leia, Fener-Vader e così via. Ok, buono. Personalmente non mi avrebbe dato fastidio se avessero riutilizzato i nomi italiani, dato che alla fin fine sono quelli a cui mi sono affezionato di più, però indubbiamente in questo modo c’è una maggior fedeltà all’originale che farà sicuramente la felicità dei puristi. Quindi ok, accolgo favorevolmente questa decisione.

Star-Wars-Force-Awakens-Trailer-01Trailer3-Shot18-850x560

Va bene, diciamo subito quella che secondo me è la principale pecca del film: la storia non è originale. Ma tipo, per nulla! Anzi, più che “Star Wars: Episodio VII” sembra “Star Wars: Episodio IV – Remake”. Vogliamo fare un parallelismo?

Episodio IV
L’Impero attacca una nave dei ribelli per recuperare i piani della Morte Nera rubati. Allora la principessa Leila affida i piani al droide R2-D2 prima di essere catturata. R2 finisce sul pianeta desertico di Tatooine insieme a C-3PO dove incontra per caso Luke, un ragazzo che conduce una semplice vita come coltivatore di umidità e che non ha mai lasciato la propria casa. A quel punto egli si imbarca in un avventuroso viaggio tra le stelle in cui scopre di possedere un grande potere e che un glorioso destino lo attende.

Episodio VII
Il Nuovo Ordine attacca una base della Resistenza per recuperare una mappa che conduce a Luke, da tempo scomparso. Allora il pilota Poe Dameron affida la mappa al droide BB-8 prima di essere catturato. BB-8 si ritrova a vagare sul pianeta desertico di Jakku, dove incontra per caso Rey, una ragazza che conduce una vita come semplice mercante di rottami e che non ha mai lasciato la propria casa. A quel punto ella si imbarca in un avventuroso viaggio tra le stelle, in cui scopre di possedere un grande potere e che un glorioso destino la attende.

Ma non è finita qui. Anche il pianeta/superarma Starkiller del Primo Ordine è praticamente una versione overpowered della Morte Nera. Grande dieci volte tanto e in grado di disintegrare più di un pianeta alla volta, ma comunque una Morte Nera 2.0. Ha anche praticamente lo stesso punto debole. D’accordo, non proprio uguale ma quasi. E anche il modo in cui è impostata la battaglia finale è molto simile a quanto visto nella prima trilogia, con la Starkiller che si sta preparando a colpire la base della Resistenza e i piloti che riescono a distruggerla all’ultimo momento.

1---star-wars-the-force-awakens-149542Star-Wars-Force-Awakens-trailer

Se però passiamo sopra alla poca originalità, quello che abbiamo tra le mani è un film confezionato secondo me in maniere sublime.
Prima di tutto trovo che abbia un ritmo pressocchè perfetto. Ci sono parecchie scene d’azione esageratissime ma sono tutte dosate in modo da tenere sempre viva l’attenzione dello spettatore, senza risultare eccessive ma scongiurando al contempo il rischio di tempi morti. Le stesse scene d’azione, poi, sono semplicemente strepitose, tanto registicamente che come effetti speciali. Per dire, la scena in cui Rey e Finn fuggono dai caccia TIE a bordo del Millennium Falcon su Jakku, con tanto di virtuosismi registici tra i rottami dello Star Destroyer abbattuto, l’ho trovata spettacolare. Ma anche quando il Primo Ordine attacca l’abbeveratoio di Maz Kanata, in una scena che ricorda molto Apocalypse Now, o la stessa battaglia finale intorno alla base Starkiller. Tanto di cappello a J. J. Abrams per la maestria nel girare le scene d’azione.

A parte ciò, questo film è indiscutibilmente Star Wars nella sua essenza più primordiale. Dalle lande desolate di Jakku, con la sua tecnologia arrugginita e polverosa, al locale di Maz Kanata brulicante di vita aliena, alle dogfight tra X-Wing e caccia TIE dal feeling unico, al senso di avventura e meraviglia che permea il viaggio dei protagonisti a bordo del leggendario Millennium Falcon. Si respirano le atmosfere starwarsiane che tutti abbiamo imparato ad amare nel corso di trenta e passa anni in ogni singola inquadratura.

Una cosa che mi è un po’ dispiaciuta è che non ci è stato mostrato praticamente nulla dell’assetto socio-politico venutosi a creare nella galassia negli ultimi trent’anni. Viene menzionata qualche volta la nuova Repubblica, che supporta la Resistenza che si oppone al Primo Ordine, il quale è nato dai rimasugli dell’Impero. Però è tutto abbastanza aleatorio; in concreto non vediamo nulla che faccia riferimento alla Repubblica o che ce ne dia un’idea più precisa. Ciò è un peccato.
Mi è piaciuto molto però come è stato reso il Primo Ordine, con un’impostazione quasi da Terzo Reich, che mi è sembrato se possibile ancora più minaccioso dell’Impero di Palpatine.

ghjstar_destroyer_force_awakens_-_h_-_2015

E ora passiamo ad esaminare i personaggi.
Direi di iniziare da quello che mi incuriosiva di più e che purtroppo mi ha anche deluso maggiormente: Kylo Ren. Ora, ho sentito molti pareri favorevoli su questo villain ma onestamente non mi sento di condividerli. Forse avevo delle aspettative sbagliate e quindi non l’ho approcciato nel modo giusto. Sta di fatto che io l’ho trovato un cattivo abbastanza scialbo e ben poco minaccioso. E’ vero che hanno cercato di dargli una caratterizzazione da pazzo irascibile e tormentato da conflitti interiori, però a mio modesto parere il risultato finale non è del tutto convincente e in più di un’occasione finisce per risultare più patetico che altro. Un errore, secondo me, è stato smascherarlo già in questo film. Per “smascherarlo” non intendo rivelare la sua identità, ma proprio fargli togliere fisicamente la maschera. A parte il fatto che il volto di Adam Driver è uno dei meno azzeccati che ci potessero essere per un cattivo di questo genere, ma poi tenere celato il suo aspetto almeno fino all’Episodio VIII credo gli avrebbe conferito un maggior alone di mistero che avrebbe giovato al personaggio.
Sono tuttavia speranzoso per una sua evoluzione nei film futuri, dato che l’uccisione del padre Han (su cui tornerò in seguito) dovrebbe averlo fatto sprofondare irrimediabilmente nel Lato Oscuro, senza più titubanze o conflitti interiori di sorta, e poi le parole del Leader Supremo Snoke, secondo cui è giunto il momento di completare il suo addestramento, lasciano intendere che lo rivedremo in una veste più cazzuta.
Già, viene rivelato che è il figlio di Han e Leia, oltre che vecchio apprendista di Luke poi passato al Lato Oscuro. Bè, questa in realtà era una teoria che circolava già insistentemente tra i fan prima dell’uscita del film e si è rivelata corretta. Comunque è uno sviluppo che mi è piaciuto. Personalmente ero convinto che alla Lucasfilm avrebbero fatto i nerd fino in fondo e lo avrebbero chiamato Jacen (che è il nome del figlio di Han e Leia nell’Expanded Universe) ma effettivamente sarebbe stata troppo fan service come cosa; il suo vero nome è Ben (che nell’EU è invece il nome del figlio di Luke).
Ah, comunque la crossguard lightsaber che utilizza è una figata stratosferica. L’ho sempre sostenuto fin dal primo teaser trailer e continuo a sostenerlo con rinnovata determinazione adesso che l’ho vista in azione.

kylo-ren-header121414_StarWarsTFA_ReySpeeder

Abbiamo poi la protagonista indiscussa della pellicola: Rey. Ecco, lei mi è piaciuta veramente un casino. Una ragazza determinata e sicura di sè, che però non è immune alla paura e al senso di inadeguatezza quando viene posta di fronte alla prospettiva di un grandioso destino sulla via dei Jedi. In questo senso trovo che la scena in cui tocca la spada laser di Luke nei sotterranei del palazzo di Maz Kanata e viene sopraffatta dalla visione profetica indotta dalla Forza sia incredibilmente suggestiva. Tra l’altro, non viene minimamente spiegato come abbia fatto la lightsaber a finire lì ma sospetto che ci rifileranno questa storia in qualche romanzo, fumetto o cose del genere.
L’unica cosa che mi ha fatto un po’ storcere il naso è che, appena scoperto di possedere il potere di un Jedi, diventa in quattro e quattr’otto un’esperta nell’uso della Forza, facendo trucchi mentali a una guardia e tenendo testa allo stesso Kylo Ren in combattimento. Il tutto senza il minimo addestramento. Ho capito che ha un’affinità naturale particolarmente notevole con la Forza ma c’è differenza tra possedere il potere e sapere come usarlo.
Peraltro non ci viene svelato quasi niente del suo passato e questa è una cosa che stuzzica non poco la mia curiosità. Alcuni continuano a sostenere che sia la figlia di Luke. Mah, non so… Io non lo vedo probabile, per il semplice motivo che sarebbe oltremodo ridondante come cosa. Ma non si può mai sapere.
Comunque in generale penso che Rey sia un personaggo grandioso e non vedo l’ora di vederlo sviluppato ulteriormente in futuro.

Star-Wars-The-Force-Awakens-trailer-2-3StarWarsTeaser10

Poi c’è Finn, l’assaltatore con crisi di coscienza che aiuta Poe a scappare dal Primo Ordine e diventa un po’ il suo best friend. Un personaggio per certi versi semplice ma funzionale alla storia e che ho decisamente apprezzato.
E anche lo stesso Poe Dameron l’ho trovato convincente nel ruolo di pilota esperto della Resistenza. Compare relativamente poco ma ho la sensazione che lo faranno diventare una sorta di nuovo Han Solo, ora che l’originale ci ha lasciati.
Non possiamo poi non menzionare il mitico BB-8, che è semplicemente fantastico. Adorabile come poche cose al mondo e che non fa sentire per nulla la mancanza di R2-D2.
Delusione invece per il Capitano Phasma che mi aspettatvo avrebbe avuto un ruolo un pelo più significativo e che invece ha un’utililità praticamente nulla. E’ un peccato perchè ero molto curioso di vedere come Gwendoline Christie avrebbe reso questo personaggio, invece alla fine non la si vede mai neanche in volto. Devo dire però che da un punto di vista estetico fa la sua porca figura. Sono sicuro comunque che in tutto questo non centri nulla la vendita dei giocattoli. Proprio no.
Riguardo al Leader Supremo Snoke, invece… sospendo il mio giudizio. Voglio dire, mi sembra avere delle ottime potenzialità come “cattivone finale”, però per ora non ha fatto ancora nulla. Appare solo in ologramma e non sappiamo assolutamente niente di lui: chi sia, da dove venga, che poteri abbia… Per questo mi riservo di aspettare di vederlo all’opera nei prossimi capitolo, prima di sbilanciarmi. Si, ok, sul web circola la teoria che in realtà si tratti di Darth Plagueis, il vecchio maestro di Palpatine che non è morto. Nel film non viene fatto alcun riferimento a riguardo ma non è da escludere che possa venir fuori in futuro. Personalmente non ci credo molto ma staremo a vedere.
Per finire, anche il personaggio della millenaria Maz Kanata mi è piaciuto molto. E’ praticamente una specie di Yoda al femminile con una caratterizzazioni visiva abbastanza peculiare. Non male.

a_orig_starwars_151020.nbcnews-ux-1080-6001_vd-starwarshan-408x264

Oltre alle new entry c’è poi tutta la vecchia guardia.
Si comincia col sempre fighissimo Han Solo, accompagnato dal fidato Chewbecca. La gioia che ho provato nel ritrovare un attempato ma sempre arzillo Harrison Ford vestire i panni del contrabbandiere spaziale più carismatico di sempre e vederlo riprendere possesso, insieme al suo inseparabile compagno, del Millennium Falcon per sfrecciare verso nuove avventure è stata incommensurabile.
E poi, come già accennato, c’è la sua morte. A parte il fatto che era un po’ il segreto di Pulcinella, nel senso che era abbastanza scontato che sarebbe morto, non foss’altro per il comportamento molto sospetto tenuto dall’attore prima dell’uscita del film. Ad ogni modo questa scena mi ha provocato sensazioni contrastanti. Da un lato la ritengo una scena ottimamente girata e a suo modo shockante, per il modo in cui riesce a mettere in scena la tragica dipartita di un personaggio tanto amato. Dall’altro però mi è sembrato che mancasse totalmente di emotività. Mi spiego meglio. La scena mostra il confronto tra Han e il figlio tormentato da tempo perduto. In teoria dovrebbe essere una scena carica di tensione emotiva ma io non ne ho percepita neanche una briciola. La colpa credo sia da ricercarsi in parte nella poco convicente caratterizzazione di Kylo Ren e in parte nel fatto che prima di quel momento il loro rapporto non è stato esplorato in alcun modo, se non a parole. Sarebbe bastato un flashback o anche un veloce scambio tra i due in un momento precedente per dare al momento della morte di Han tutto un altro impatto.

Ritorna anche Carrie Fisher nel ruolo di Leia Organa (Leia Organa Solo? Si sono mai sposati? Boh, vabbè!). Lei sinceramente mi ha lasciato abbastanza indifferente. Non ha un grande peso nell’economia del film e oggettivamente anche la sua recitazione è un po’ quella che è. Mi ha fatto comunque piacere rivederla in un ruolo tanto iconico.

hansolo2-xlargemaxresdefault

Tra i volti noti, comunque, quello che a mio parere è stato sfruttatto meglio di tutti è Luke Skywalker. Nonostante infatti abbia qualcosa come trenta secondi scarsi di screen time, riesce comunque ad essere una presenza costante e palpabile durante tutta la pellicola, dal momento che tutta la storia è imperniata sulla sua ricerca.
E poi, quando alla fine Rey lo raggiunge nel luogo del suo esilio e lui si rivela voltandosi verso di lei e togliendosi il cappuccio, io stavo per esplodere in un urlo tipo ragazzina ad un concerto di Justin Bieber. Vedere Mark Hamill che se ne stava lì, invecchiato, con la barba e i capelli grigi, la postura solenne, lo sguardo penetrante, è stato qualcosa di impagabile. Non dice una parola e i titoli di coda sopraggiungono fin troppo in fretta, eppure solo da questa breve immagine riesce a trasmettere tutta la potenza, la saggezza e l’armonia di un vero Maestro Jedi. Madonna santissima, che figo!!!

Fanno la loro comparsa anche C-3PO e R2-D2 ma il loro è poco più che un cameo e non mi hanno detto granchè.

Ad essere davvero ottime, tra l’altro, sono anche le relazioni che intercorrono tra i vari personaggi e come vengono delineate. Per esempio il rapporto che si instaura tra Rey e Finn arriva quasi a sfiorare l’amore ma non risulta mai troppo invasivo, gli scambi tra Finn e BB-8 sono qualcosa di davvero spassoso, l’alchimia tra Han e Chewie è perfetta tanta quanto lo era nella prima trilogia e la lista potrebbe continuare.

John-Boyega-in-Star-WarsStar-Wars-Force-Awakens-Trailer-Reactions

Un’altra menzione positiva che voglio fare riguarda il combattimento finale tra Kylo Ren e Rey a colpi di spade laser. Per cominciare il setting innevato è incredibilmente suggestivo. Secondariamente ho adorato la coreografia, che si discosta un po’ dagli standard degli episodi I-III, fatti di piroette e acrobazie esagerate, per ritornare un pochino al pragmatismo e alla fisicità degli inizi.
Si, ho già espresso i miei dubbi su come una ragazzetta senza addestramento riesca a tener testa a un adepto del Lato Oscuro che invece un addestramento lo ha ricevuto. A onor del vero però bisogna dire che questa cosa è in parte giustificata dal fatto che Kylo Ren fosse ferito in quel momento e quindi non in forma ottimale.

Una nota di merito anche per l’accompagnamento musicale di John Williams. In effetti i brani nuovi di zecca sono belli ma non si fanno notare particolarmente per la loro epicità o grandiosità; diciamo che si è tenuto un po’ più sul soft. Niente che si possa paragonare a Duel of the Fates, per intenderci. Ottimo invece l’utilizzo di tracce storiche in alcuni momenti strategici studiati per far venire potenti brividi ai fan di vecchia data.

Ok, basta con le chiacchiere. Per farla breve, Star Wars: Il Risveglio Della Forza mi è piaciuto davvero tantissimo. Sicuramente non è perfetto ma ha comunque rispettato tutte le mie elevate aspettative e sto morendo dalla voglia di sapere come continuerà la vicenda. Dovremo aspettare un anno e mezzo ma se il livello qualitativo si manterrà tale credo proprio che ne varrà la pena.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a [FILM] Star Wars: Episodio VII – Il Risveglio della Forza

  1. alfredomarotta ha detto:

    Sei un mito!!!
    Ottimo l’approccio critico.

    Mi piace

  2. Ciube ha detto:

    Il film perde 100 punti solo per aver voluto chinare il capo (leccare il…) alla moda americaneggiante del lasciare i nomi in inglese che fino al III episodio erano sempre stati quelli del primissimo “Guerre Stellari”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...