[FILM] Batman: The Killing Joke

batman-killing-joke-box-art-181456Era il 1988 e il mondo del fumetto statunitense veniva sconvolto da quello che è considerato uno dei massimi capolavori non solo del fumetto di supereroi ma del fumetto mondiale. Quel Batman: The Killing Joke, opera del maestro Alan Moore per i disegni di Brian Bolland, che in sole poche pagine riusciva a fornire un approfondimento crudo e tagliente sulle origini e la psicologia del Joker, oltre che a sintetizzare alla perfezione il complicato rapporto che lo lega al Cavaliere Oscuro.
Oggi, nel 2016, la Warner Bros. Animation ci ripropone questa pietra miliare sottoforma di film d’animazione della durata di un’ora e un quarto, diretto da Sam Liu, scritto nientepopodimeno che da Brian Azzarello e prodotto (tra gli altri) da quel geniaccio di Bruce Timm.

Il film si apre con un prologo di trenta minuti, non presente nel fumetto originale, incentrato sul personaggio di Batgirl. Questa parte è sicuramente la più controversa e quella su cui mi concentrerò maggiormente nel presente articolo.
Ci sono due motivi, secondo me, per cui è stato aggiunto questo pezzo iniziale. Il primo, più banale, per allungare il brodo; infatti se avessero seguito solamente il fumetto sarebbe venuto fuori un film di tre quarti d’ora. In secondo luogo per far affezionare gli spettatori alla figura di Barbara Gordon/Batgirl. Infatti, a differenza del fumetto in cui il personaggio era già stato esplorato ampiamente in altre storie precedenti, il film in questione è concepito per essere fruito in maniera indipendente, anche da chi non conosce in maniera approfondita il microcosmo batmaniano. Pertanto l’intento di presentare il personaggio nella prima mezz’ora è apprezzabile.

batman-the-killing-joke

Sfortunatamente però questo intento si traduce in una realizzazione effettiva che lascia molto a desiderare. Infatti Barbara viene totalmente snaturata in questo film, principalmente per come viene delineato il suo rapporto con Batman, in una maniera che oserei definire addirittura irrispettosa per tutti gli autori che nel corso dei decenni hanno contribuito a plasmarne la psicologia e anche per i fan che amano il suo personaggio.
Ora, prima di guardare il film ero già consapevole delle numerose critiche che aveva ricevuto e per questo motivo ho cercato di tenere una mente aperta nei confronti delle scelte fatte dagli autori. Ci ho provato davvero. Però, con tutta la buona volontà, non riesco ad accettare questa versione dell’eroina.
Praticamente, quella che dovrebbe essere uno dei componenti più assennati, maturi e geniali della bat-family, l’hanno fatta diventare una ragazzina capricciosa, che mette il broncio se non è d’accordo con le decisioni del suo mentore, che passa le giornate a confidare le sue pena d’amore al suo amico gay, manco fosse una studentella tredicenne, e che -cosa più imperdonabile di tutte- prova attrazione fisica per Batman. Non solo, i due arrivano pure a fare sesso.
A parte il fatto che tra loro ci saranno tipo vent’anni di differenza, questo è un vero e proprio stravolgimento di quello che nei fumetti è un rapporto di profondo rispetto reciproco ma che non esula mai dalla dinamica mentore/allievo. Oltre a ciò, va a cambiare leggermente i presupposti dietro alle motivazioni che spingeranno Batman a dare la caccia al Joker successivamente.
Devo dirlo, il trattamento che hanno riservato alla figura di Batgirl, che tra l’altro considero una delle mie supereroine preferite, mi ha lasciato profondamente insoddisfatto e secondo me riesce a rovinare in parte l’esperienza complessiva di The Killing Joke. Mi dispiace ma questa non è la mia Batgirl. Non è la Barbara Gordon che stimo e apprezzo. E mi dispiace in maniera particolare perchè in questo progetto sono coinvolti due miei idoli: Brian Azzarello (a mio parere uno degli autori migliori che l”industria del fumetto americano abbia da offrire) e Bruce Timm (che con le sue serie animate e i precedenti film in cui era coinvolto mi ha fatto letteralmente sognare), dai quali mai avrei pensato sarebbe potuto venir fuori qualcosa meno che eccezionale.

why-the-joker-took-those-pictures-in-the-killing-joke-1075666

Ma comunque bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare: questo prologo non è del tutto da buttare. Nello specifico mi è piaciuto molto il rapporto tra Batgirl e l’altra figura maschile di spicco di questi primi trenta minuti: Paris France (si, anche nel film viene fatta notare l’ilarità del nome), il gangster con manie di grandezza che assume il ruolo di nemesi per la supereroina. Trovo che abbia un’ottima caratterizzazione: un narcisista, un po’ pazzoide, assetato di potere e che arriva a sviluppare un’ossessione morbosa per Batgirl, una sua distorta concezione di amore. Mi è piaciuto anche come la dinamica tra i due funga da catalizzatore per l’evoluzione del personaggio di Barbara.

Passata la prima mezz’ora il film diventa finalmente quello che tutti volevamo che fosse fin dall’inizio: una trasposizione fedele e precisa del fumetto di Alan Moore. Come dicevo prima, su questa seconda parte non mi dilungherò, perchè alla fin fine è esattamente quello ci si aspetta. L’opera originale viene riproposta con estrema fedeltà, seppur ovviamente sono presenti alcune alterazioni minori (per esempio il dialogo finale tra Batman e Joker viene un po’ amputato, risultando leggermente meno incisivo). In linea di massima, però, un ottimo adattamento che non può non fare felici i fan dell’opera cartacea.

Screen_Shot_2016-04-03_at_12.45.53_PM.0.0

Di questo film ho apprezzato molto anche lo stile di disegno utilizzato,, anch’esso in linea con lo stile del fumetto e reminiscente delle tavole di Brian Bolland, e soprattutto il doppiaggio. Infatti per l’occasione si è riunito il dream team composto da Kevin Conroy, Mark Hamill e Tara Strong, che tornano a prestare la voce rispettivamente a Batman, Joker e Batgirl. E, per la miseria, sono davvero formidabili.
Kevin Conroy, nonostante inevitabilmente si senta che l’età sta avanzando, si riconferma ancora oggi come il doppiatore più iconico e azzeccato per il tenebroso Cavaliere Oscuro, riuscendo a infondergli una personalità e un carisma come nessun’altro negli ultimi anni è riuscito a fare.
Mark Hamill, senza se e senza ma, si dimostra il migliore del terzetto. Anzi, personalmente ho avuto l’impressione che col passare degli anni sia diventato ancora più bravo e, a rischio di sembrare esagerato, ritengo che questa sia la migliore performance nei panni del Joker che abbia mai fatto in tutta la sua carriera. Mark Hamill è il Joker. Punto.
Infine anche Tara Strong nei panni di Barbara è davvero eccellente. Certo, purtroppo viene penalizzata dalla becera scrittura del personaggio, però è innegabile che la doppiatrice abbia dato il meglio di sè e con la sua voce riesce a trasmettere alla perfezione tutta l’emotività e le sfaccettature caratteriali della giovane.

batgirl-killingjoke

E allora, in definitiva, non mi sento di poter promuovere a pieni voti questa trasposizione animata di Batman: The Killing Joke. E’ un film che aveva le potenzialità per essere molto di più, addirittura un capolavoro. Invece si è rivelato solo mediocre, a causa di un prologo abbastanza imbarazzante e per lo più inutile che va a minare la godibilità complessiva. E’ soprattutto un’occasione (in parte) sprecata per dare risalto a un personaggio interessante e ricco di potenzialità come Batgirl.
Ciò comunque non toglie che, se avrete pazienza di superare la prima mezz’ora, verrete ricompensati con una delle migliori storie mai scritte sui personaggi di Batman e Joker, che riesce, anche in forma animata, ad appassionare e a sorprendere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Film e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a [FILM] Batman: The Killing Joke

  1. Anonimo ha detto:

    Mi viene voglia di vederlo.
    Ma è solo in inglese?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...