[FILM] Miss Peregrine: La Casa dei Ragazzi Speciali

53092C’è stato un tempo in cui, se mi avessero chiesto quale fosse il mio regista preferito, avrei risposto senza esitazione: Tim Burton. Dei suoi film non ce n’era uno che non ritenessi quasi un capolavoro e ogni nuovo film era da me atteso con religiosa aspettativa. Sfortunatamente lo sappiamo tutti fin troppo bene che le cose belle prima o poi finiscono e in questo caso l’idillio è durato fino a Sweeney Todd, del 2007 (film che ha suscitato pareri contrastanti nel pubblico ma che personalmente ritengo pregevole). Da quel momento in poi, a mio modesto parere, Tim Burton è andato alla deriva, producendo una serie di lungometraggi tra il deludente e il disastroso uno dietro l’altro, con la sola eccezione rappresentata da Frankenweenie, film del 2012 davvero delizioso.

Non ho mai perso la speranza, però. Nonostante le recenti delusioni, ho continuato, e continuo tuttora, a credere con tutto me stesso in un ritorno del mio idolo ai fasti del passato. Devo credere che sia ancora in grado di farmi sognare con le sue opere come faceva un tempo. Ci ho creduto fortemente anche con Miss Peregrine, adattamento di un libro del 2011, ma purtroppo, mi rattrista dirlo, le mie aspettative sono state ancora una volta disattese.

Per dare molto brevemente qualche accenno sulla trama, Jacob è un ragazzo che, dopo la morte del nonno, si reca in un’isola del Galles in cerca di un gruppo di bambini dotati di abilità speciali, di cui il nonno gli aveva parlato da piccolo, che vivono nella Scuola Xavier per Giovani Dotati… ehm –cough!– scusate, ho sbagliato franchise… volevo dire nella Casa dei Bambini Speciali di Miss Peregrine, un luogo isolato dal resto del mondo grazie a un loop temporale. Dopo averli trovati, però, scopre che i ragazzi e la loro rigida tutrice sono minacciati da alcuni esseri malvagi denominati Vacui e decide quindi di restare e aiutarli nella loro lotta per la sopravvivenza.

peregrins-gallery1-gallery-image

A essere onesto, i primi venti minuti (o giù di lì) della pellicola, deputati ad esplorare il rapporto di Jake con il nonno e il successivo viaggio del protagonista in Galles, non mi sono dispiaciuti. In questa parte iniziale il film è strutturato essenzialmente attorno ai racconti fantastici che l’uomo narra al nipote e che noi vediamo in flashback, in un’atmosfera fanciullesca e di incertezza su dove sia il confine tra realtà e finzione in quelle storie. Ciò mi ha ricordato tantissimo Big Fish (a mio parere il punto più alto mai raggiunto da Tim Burton nella sua carriera) ed è riuscito a solleticare la mia curiosità per quello che sarebbe venuto in seguito.
Il problema è che, dal momento in cui Jacob incontra Miss Peregrine e i ragazzi della casa, la sceneggiatura comincia a mostrare alcuni problemi di ritmo, di scarsa caratterizzazione dei personaggi e, mano a mano che ci si avvicina al finale, inizia a diventare anche un po’ farraginosa per come vengono spiegati alcuni passaggi della trama.

maxresdefault-1

Bisogna dire che l’estetica di Tim Burton volta all’esaltazione visiva del bizzarro e al sense of wonder, vero e proprio marchio di fabbrica del regista, viene riproposta anche qui in maniera piuttosto intrigante. Non mancano infatti le scene in grado di colpire per l’estro visivo che mettono in mostra e per gli ottimi effetti speciali.
Tuttavia, preso nel suo insieme, il film è quasi del tutto privo di quella sublime poesia che caratterizzava opere come Edward: Mani di Forbice, La Sposa Cadavere o lo stesso Big Fish. Anzi, questo Miss Peregrine dà una certa sensazione di svogliatezza, come se Burton si fosse seduto sulla sedia del regista con ben poco entusiasmo e si sia limitato a fare il compitino, giusto perchè lo pagavano.

maxresdefault

Alcune note positive vengono dal cast e nello specifico da Eva Green e Samuel L. Jackson.
La prima mi è piaciuta tantissimo nel ruolo della signorina Peregrine; sia perchè -diciamocelo- Eva Green è sempre un pezzo di figliola, sia perchè trovo la sua interpretazione della padrona di casa rigida ma amorevole davvero ottima.
Anche il buon Jackson nella parte di Barron, il leader dei Vacui, si dimostra perfetto e riesce a infondere carisma a un cattivo che, a ben vedere, non brilla proprio in quanto a scrittura.
Da segnalare poi la presenza di Judi Dench, che in realtà compare molto poco e non ha praticamente il tempo materiale per lasciare il segno.

Per quanto riguarda il resto del cast, invece, nulla di particolarmente memorabile. Al di là di una recitazione comunque nella media, sia il protagonista che tutti gli altri piccoli ospiti di Miss Peregrine: Emma, Olive, Enoch, i gemelli, Ciclope, Tempesta, Wolverine… –ugh!- scusate, continuo a fare confusione con i franchise… sono penalizzati, come avevo accennato all’inizio, da una caratterizzazione piuttosto monodimensionale, che non li porta a subire alcun tipo di evoluzione nel corso del film e che appiattisce di conseguenza anche i vari rapporti interpersonali che il film cerca di costruire.

screen-shot-2016-03-15-at-2-52-37-pm-640x352

In definitiva, non posso dire di essere rimasto soddisfatto dalla visone di Miss Peregrine: La Casa dei Ragazzi Speciali. Non è certamente il peggior film di Tim Burton (questo disonorevole titolo spetta ancora a Dark Shadows e dubito che gli verrà mai sottratto) ma è comunque una pellicola insipida che cade inevitabilmente nella mediocrità.
Vabbè, a questo punto non ci resta altro da fare se non incrociare le dita e sperare che il prossimo film sia quello che segnerà il grande ritorno del mio adorato Tim. Io continuo a crederci.

Annunci

One Reply to “[FILM] Miss Peregrine: La Casa dei Ragazzi Speciali”

  1. Sono completamente d’accordo con te.
    Il Tim Burton fanciullesco e poetico è solo un ricordo
    Che malinconia….il primo Batman o la dolcezza di Nightmare…(sigh!)
    Sei un censore garbato ed educato come sempre
    Buon anno 2017

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...