[FILM] LEGO Batman – Il Film

locandinaIn questo momento sono felice. Non parlo di una generica felicità nei confronti della vita (no no, la vita fa schifo e sempre lo farà). Mi riferisco a quella fanciullesca felicità che provi quando vieni messo di fronte a qualcosa di talmente delizioso che riesce a scavare sotto i numerosi strati di cinica apatia che il mondo contemporaneo ti costringe a erigere attorno al tuo animo, fino a raggiungere quel barlume di spensieratezza e positività che pur è ancora presente in profondità, e riesce a farti provare genuine sensazioni di meraviglia e stupore, del tutto dimentico delle brutture del mondo esterno. Ecco, spero di aver reso l’idea.
Nel mio caso questa felicità è dovuta alla visione di LEGO Batman, film d’animazione diretto da Chris McKay, che vede Phil Lord e Christopher Miller (i registi del precedente -anch’esso riuscitissimo- The LEGO Movie) in veste di produttori, uscito da pochi giorni nelle sale.

LEGO Batman è un film semplicemente delizioso. E’ divertente, emozionante, commovente, adrenalinico, pieno di citazioni, pieno di humour, pieno d’azione, pieno di buoni sentimenti. In poche parole, una vera gioia da guardare e un toccasana per l’umore.

Tutto comincia con Joker che, a capo di una mega alleanza di tutti i criminali di Gotham City, scatena il panico in tutta la città con uno dei suoi soliti piani diabolici. Piano che viene naturalmente sventato dal repentino intervento di Batman, il quale, come suo solito, riesce in quattro e quattr’otto a riportare la situazione alla normalità e a far tornare i cattivoni dietro le sbarre. Perchè lui è Batman: il migliore, il più fico, il più cazzuto. Quindi la città è salva, tutti fanno festa, tutti lo acclamano e lui fa il figo, ribadendo che lui è Batman: il miglore, il più fico, il più cazzuto. Poi il nostro eroe ritorna nel suo isolamento di Villa Wayne e lì, lontano dalla folla adorante e dai flash delle macchine fotografiche, deve fare i conti con la sua profonda solitudine. Una solitudine autoimposta che in realtà nasconde la paura di aprirsi agli altri e di avere una famiglia. La sua routine subisce però uno scossone quando nella sua vita entra Dick Grayson, un giovanissimo ed esuberante orfano che, al contrario, desidera una famiglia più di ogni altra cosa e che il nostro Bruce si troverà -più o meno per via di un malinteso- ad adottare.

lbm-trailer

LEGO Batman – Il Film funziona alla grande perchè riesce a condensare in 90 minuti tutti gli elementi che si potrebbero desiderare da un prodotto di questo tipo, bilanciandoli alla perfezione. Anzi, oserei dire che a questo film non manca niente.
Ci sono delle scene d’azione pazzesche, esagerate ed adrenaliniche, che riescono, specialmente nel climax del film, a rivaleggiare tranquillamente con i blockbuster hollywoodiani più blasonati, in quanto a spettacolarità.
Ci sono poi i momenti più profondi e introspettivi, i quali hanno lo scopo di mostrarci le sfaccettature della psicologia di Batman e di veicolare una morale (come tipico dei prodotti d’animazione rivolti ai più giovani) sui buoni sentimenti e sull’importanza di fare affidamento sugli altri. Momenti che riescono anche ad essere commoventi.
Ovviamente non manca l’umorismo che permea ogni scena del film. Un umorismo intelligente, che coniuga gag più dirette e infantili, in grado quindi di suscitare l’ilaritò degli spettatori più piccoli, a battute un po’ più ricercate, spesso e volentieri metacinematografiche, decisamente efficaci anche per un pubblico un po’ più grandicello.
Infine, una cosa che proprio non manca a LEGO Batman sono le citazioni. Non solo all’universo DC Comics ma a tutta la cultura pop. E’ letteralmente stracolmo di rifrementi più o meno nerd dall’inizio alla fine e riuscire a coglierli tutti è un’impresa impegnativa ma decisamente esaltante. In particolar modo il film non perde occasione per rendere omaggio a tutte le passate incarnazioni, sia cinematografiche che televisive, del Cavaliere Oscuro ed è bellissimo riconoscere le varie immagini caratteristiche di ciascuna iterazione del personaggio reinventate in chiave LEGO.
Tutto ciò è amalgamato in una sceneggiatura frizzante, dal ritmo serrato, che non lascia spazio a tempi morti e che riesce costantemente a calamitare l’attenzione dello spettatore.

maxresdefault

Riuscitissimi sono anche i personaggi, tutti dotati di un carisma eccezionale, pur essendo, a conti fatti, dei piccoli pupazzetti di mattoncini.
Si parte proprio dal protagonista, l’Uomo Pipistrello in persona, la cui caratterizzazione è un’estremizzazione in chiave umoristica di quello che è lo stereotipo del personaggio ormai cementato nell’immaginario collettivo. Quindi è un Batman costantemente cupo, contrito, solitario, orgoglioso, che non ha bisogno di nessuno, che non ha paura di niente, perchè lui è Batman, é il più figo, è il più cazzuto, è “nero”. Ciò lo rende un personaggio divertentissimo. Tra l’altro, nella versione italiana è doppiato egregiamente da Claudio Santamaria, non nuovo a questo ruolo, avendo prestato la voce anche a Christian Bale nella trilogia del Cavaliere Oscuro di Nolan, oltre che aver interpretato egli stesso un supereroe in Lo Chiamavano Jeeg Robot.
Abbiamo poi Dick Grayson, orfano esuberante alla disperata ricerca di una figura genitoriale da prendere a modello e desideroso di approvazione, che si unirà al suo nuovo genitore acquisito nella lotta al crimine nei panni di Robin. E’ semplicemente adorabile. Anche in questo caso il doppiatore Alessandro Sperduti fa un lavoro ottimo nel tratteggiare il personaggio.
Degna di nota anche Barbara Gordon, la figlia del commissario Jim Gordon, la cui indole è un perfetto contraltare per la cupa e orgogliosa riservatezza di Batman e che cerca di convincerlo in tutti i modi a fare gioco di squadra. Lei è doppiata da Geppi Cucciari e devo dire che sentire Batgirl parlare con un’inflessione sarda è un’esperienza alquanto bizzarra. Tuttavia devo ammettere che, nel contesto brioso e sopra le righe del film, non ci sta male e ci si fa presto l’abitudine.

neyb7uqkournbf_2_b

LEGO Batman, però, non è solo un film su Batman, bensì è anche, in misura altrettanto significativa, un film sui cattivi. Infatti è presente una quantità abnorme di nemici del Crociato Incappucciato, con un occhio di riguardo per quelli più sconosciuti e pittoreschi (e su questo viene fatta ironia in una delle prime scene).
Ma la cosa ancora più figa è che non fanno la loro comparsa soltanto villain del canone batmaniano ma vengono buttati nel calderone anche un gran numero di cattivoni provenienti da un’infinità di altri universi narrativi. E’ proprio sul fronte cattivi, infatti, che è possibile riscontrare la stragrande maggioranza di citazioni nerd alla cultura pop di cui parlavo prima, in quello che è un magnifico, enorme e chiassoso mash-up in grado di far sbavare qualunque appassionato. Voglio dire, seriamente, in quale altro film è possibile assistere a uno scontro tra Batman e Sauron? E’ tipo una delle più grandi figate della storia!

screenshot_2016-03-24_09-30-10-0-0

E quindi questo è LEGO Batman – Il Film. Credo si sia capito che mi è piaciuto. E’ un film divertentissimo e leggero, in grado di coccolare lo spettatore e fargli trascorrere un’ora e mezza nella più assoluta spensieratezza. Ovviamente lo consiglio a tutti, sia grandi che piccini, perchè risulta godibilissimo da entrambe le categorie.

E comunque Iron Man puzza!

Annunci

8 Replies to “[FILM] LEGO Batman – Il Film”

  1. Beh non poteva mancare il mio commento. Va che trio! Comprendo perfettamente il vostro entusiasmo. Probabilmente sono io ad essere troppo severo perchè le aspettative sono state solo rispettate. è che non ho avuto quel sussulto che mi fa dire/scrivere che Lego Batman è davvero Figoso!

    Liked by 1 persona

    1. Ci sta, eh.
      Io sinceramente trovai col freno a mano un po’ tirato proprio The Lego Movie.
      Infatti spero che il secondo episodio (che si preannunciava Duplesco) sia ancora più “spinto” 🙂
      Comunque, ormai siamo un trio Batman, mi sa 🙂

      Moz-

      Mi piace

    2. I Tre Recensori Indefessi 😀
      Comunque anche il tuo punto di vista è perfettamente comprensibile; ci sta che non ti abbia esaltato all’inverosimile se avevi determinate aspettativi e il film si è limitato a rispettarle senza travalicarle, ci mancherebbe.

      Liked by 1 persona

  2. Ciao, arrivo qui dal blog di Jhonny Cornerhouse 🙂
    E quindi… oggi siamo in TRE ad averne parlato, bene bene. SE NE DEVE PARLARE, questo film merita davvero e merita successo.
    Anche a me è piaciuto moltissimo, mi sono divertito da morire a cogliere tutte le citazioni (la parata con la musica di Prince… volevo morire!!! XD) e comunque ha dei sottintesi che esplorano SUL SERIO Batman e la sua personalità, molto molto più di quanto non abbiano fatto altre opere.

    Una cosa: il doppiatore di Robin è l’attore Alessandro Sperduti, peraltro davvero BRAVISSIMO!

    Moz-

    Liked by 1 persona

    1. Ciao, grazie del commento.
      Già, un film davvero di pregevole fattura che merita di essere visto da più persone possibili.
      Grazie mille per avermi segnalato la svista, avevo fatto confusione con il doppiatore di Joker 😀 L’ho corretto. Andrò subito a leggere volentieri anche la tua recensione.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...